Una preziosa lettera d’amore: un milione di Dollari per il “blue boy”

Uno dei pezzi filatelici più famosi e pregiati, è il  “blue boy “. Con questo nome è conosciuta una lettera considerata tra i documenti più importanti della storia postale degli U.S.A. e del mondo.

Diciamo subito che “blue boy” è uno dei nomignoli con i quali negli Stati Uniti viene soprannominato cupido, il genietto alato che lancia dardi amorosi: il nome attribuito alla lettera deriva dal fatto che essa è stata rinvenuta tra altre appartenenti ad una corrispondenza tra due innamorati.

Il documento è unico: la missiva venne spedita nel 1847 da Alexandria a Richmond, ambedue centri abitati dello Stato della Virginia.

Venne affrancata con un francobollo da 5 centesimi appartenente alle  emissioni locali provvisorie, effettuate prima delle emissioni unificate federali.

Le emissioni locali erano state approntate, nella maggior parte dei casi, su iniziativa dei Mastri di posta e normalmente avevano validità di affrancatura solo per l’interno dello Stato e non federale.

Il Mastro di posta di Alexandria in Virginia, mister Daniel Bryan, fece stampare in tipografia, con procedimento alquanto artigianale, un francobollo rotondo con la scritta “ALEXANDRIA POST OFFICE PAID” ed il valore, 5 (cent.) al centro, su carta bruna o azzurra.

Di questo francobollo si conoscono 6 esemplari stampati su carta bruna, ed uno soltanto su carta azzurra: quello appunto che affranca la lettera di cui trattiamo.

Queste emissioni “locali”  sono  molto pregiate e ricercate dai collezionisti americani ed essendo molto rare, specialmente se conservate sul documento postale integro, raggiungono quotazioni di mercato molto elevate.

Il blue boy è stato da sempre considerato  una grande rarità filatelica, una stella di prima grandezza.

La storia della lettera comincia nel 1847, anno in cui un giovane di nome Robert Hough intratteneva una corrispondenza amorosa con la signorina Jannette Brown. La Signora Brown non gettò mai le sue lettere d’amore e le conservò legate con dei nastri, com’era d’uso all’epoca.

Quando questa nel 1907 morì, la figlia nel riordinare i carteggi di casa ritrovò la lettera; fu subito attratta dal bizzarro francobollo rotondo che affrancava la missiva nella quale era contenuta anche la richiesta di matrimonio fatta da suo padre a sua madre.

La Signora Hough-Fawcett, si consultò con un amico in merito al suo ritrovamento. Questi la mise in contatto con Mister J. M. Bartels, commerciante filatelico di Boston.

Mister Bartels, ricevuta la descrizione della lettera, promise di recarsi al più presto ad Alexandria per concludere l’affare. Nell’attesa la Signora Fawcett inviò la lettera ad un suo cugino, avvocato  a Philadephia, che venne incaricato di trattare l’affare.

Il Signor Bartels presentò un’offerta eccezionale per l’epoca dei fatti,  ben 3.000 Dollari.

Acquisita la lettera, la rivendette nel 1908 a Mister J. H. Worthington, collezionista dell’Ohio, per 4.000 Dollari.

Successivamente il blue boy entrò a far parte della collezione Gibson e passò poi di proprietà del commerciante mister Colson nel 1922. Poco dopo entrò a far parte della famosissima collezione Caspary, annoverata tra le maggiori in assoluto di tutti i tempi.

Alcuni anni dopo la missiva venne acquistata dal collezionista  mister Lilly e poi ancora dal miliardario John Boker, fino ad arrivare all’attuale proprietario per mezzo della casa d’aste Feldman.

La Ditta Feldman infatti, nel 1981 mise all’asta il pezzo, che fu aggiudicato ad un anonimo collezionista europeo per la favolosa somma di 1.000.000 di Dollari. Il suo valore attuale è stimabile intorno ai 2.000.000 di Euro.

 

      Riproduzione riservata

 

Nov 28, 2018 | Posted by in Articoli | Commenti disabilitati su Una preziosa lettera d’amore: un milione di Dollari per il “blue boy”
http://www.siacomputer.it by S.I.A. COMPUTER